DISTURBI
COMPORTAMENTALI

Di cosa si tratta?

Tutti i bambini a volte possono essere troppo vivaci, la loro capacità attentiva può essere particolarmente limitata e possono agire senza prima pensare. Se comunque tuo figlio ti sembra più vivace degli altri suoi coetanei; se è particolarmente sbadato, disorganizzato, e tende a perdere sempre ogni cosa; se l’insegnante si lamenta che il tuo bambino non sa stare tranquillo e seduto al suo posto, che si lascia sfuggire le risposte senza aspettare il suo turno, che presta attenzione ai movimenti e al brusio della classe piuttosto che a lei, che si comporta in modo aggressivo e che viene alle mani a scuola, allora hai motivo di richiedere una valutazione in relazione alla possibile presenza dell’ADHD.

Quali sono i campanelli d'allarme?

DISATTENZIONE

Frequenti errori di distrazione, perdita degli oggetti, fatica nell’organizzazione, nel portare a termine le attività e nel seguire le istruzioni, alta suscettibilità a stimoli esterni.

iperattività

Bisogno di muoversi di continuo, difficoltà a giocare tranquillamente, eccessiva loquacità.

Impulsività

Difficoltà ad attendere il proprio turno di parola, frequenti interruzioni e intromissioni in attività di coetanei e adulti.

Cosa si può fare?

Stabilire se un bambino è affetto dall’ADHD, è un processo particolarmente complesso. Molti problemi biologici o psicologici possono contribuire allo sviluppo di sintomi simili a quelli mostrati da un bambino affetto da ADHD. Per esempio, l’ansia, la depressione, e certi tipi di disturbi dell’apprendimento possono essere la causa di una sintomatologia simile.

E’ necessaria una valutazione globale per poter fare una diagnosi, escludere altre possibili cause e individuare la presenza o assenza di altre condizioni patologiche. Tale valutazione dovrebbe includere una valutazione clinica del funzionamento scolastico, sociale ed emotivo-affettivo e delle competenze sviluppate dall’individuo. Ulteriori test possono includere una valutazione dell’intelligenza, della capacità attentiva e scale di valutazione per genitori e insegnanti. E’ importante anche fare una visita medica.

Per diagnosticare l’ADHD in età adulta bisogna indagare l’infanzia e la storia scolastica e comportamentale. I problemi infatti trovano le loro radici nell’infanzia ma continuano a persistere durante l’età adulta.

Vuoi approfondire questi temi
o richiedere un consulto?

ABACO

Privacy Policy

INDIRIZZO

  • SEDE DI VERDELLO

Via G. Marconi, 2 – 24049 Verdello (BG)

  • SEDE DI BERGAMO

Passaggio dei Canonici Lateranensi, 1 – 24121 Bergamo (BG)

INDIRIZZI

  • SEDE DI BERGAMO
Passaggio dei Canonici Lateranensi 1
24121 Bergamo (BG)
  • SEDE DI VERDELLO
Via G. Marconi, 2
24049 Verdello (BG)

CONTATTI

Punto Demo Erickson
Privacy Policy